Zum Inhalt springen
Inhalt

Best Talent Rocky Wood: dal Canton Ticino con tanto amore

Vivono sparsi tra Berlino, Lugano e Bologna. Fanno musica che incanta e affascina. Sono i Rocky Wood, il nostro Best Talent di SRF 3 del mese di novembre. O ancora: questa è la storia di musicisti «nomadi» legati da una forte intesa.

Legende: Video Rocky Wood ist das SRF 3 Best Talent im November abspielen. Laufzeit 01:24 Minuten.
Aus Radio SRF 3 Clips vom 01.11.2017.

Avant-garde, alt-folk con elementi elettronici e psichedelici? Non importa come si descrive il mix di sonorità dei Rocky Wood, non gli si renderà mai giustizia. Etichettare il loro genere musicale sarebbe riduttivo. Chi ascolta il gruppo ticinese o li vede dal vivo sa perché: le parole, i sentimenti, gli strumenti e la melodia si intrecciano e si stuzzicano tra loro. Senza fronzoli, unici e assolutamente imprevedibili.

«Attenzione: pericolo di assuefazione: i Rocky Wood entusiasmano per l’emozionante, caldo indie-pop e la spettacolare voce di Romina Kalsi.»
Autor: Judith WernliModeratrice di SRF 3 Punkt CH

Il gruppo del Canton Ticino è nato nel 2012. Entrambi i chitarristi, Fabio Besomi e Roberto Panica, hanno iniziato come duo acustico. Nello stesso anno si sono aggiunti anche la cantante svizzero-americana, Romina Kalsi, il bassista, Stefano Senni, e il batterista, Nelide Bandello. Tre anni fa il debutto con «Shimmer», ora è uscito l’EP «Ok, No Wait». I Rocky Wood si sono evoluti ancora: il sound è cresciuto, così come la magia che contiene, con l’aggiunta di un tocco elettronico.

«Quando penso alla nostra musica, penso a paesaggi sonori che fanno da sfondo e avvolgono con il loro calore la voce di Romina.»
Autor: Fabio BesomiChitarrista dei Rocky Wood

La particolarità: i Rocky Wood sono "nomadi"

Cosa fare se i componenti del gruppo vivono e/o fanno i pendolari tra Berlino, Zurigo, Lugano, Bologna e Verona? «Bisogna trarne il meglio» è la risposta dei Rocky Wood. Non provano regolarmente, ma quando lo fanno, non si risparmiano. O meglio, come puntualizza Fabio Besomi: «Quando proviamo, viviamo quei giorni all'insegna della leggerezza, dell'improvvisazione e della spontaneità. Creiamo tanti suoni nuovi e diversi, semplicemente in base all'ispirazione del momento».

Le canzoni sono istantanee della vita

Raccontare semplicemente storie o fare poesia: non è questa l'essenza dei Rocky Wood. Vero è che nelle canzoni del gruppo ticinese si parla spesso di intrecci d'amore, di errori e passioni. «Tuttavia, le nostre canzoni raccontano soprattutto frammenti di vita. Sono immagini o istantanee di parole e musica», afferma Fabio Besomi. E intende proprio questi momenti che tutti conoscono e che rimangono ben impressi nella memoria. Sempre pronti per essere riportati alla mente.

Rocky Wood: quando ci si capisce senza bisogno di parole

il gruppo del Canton Ticino non è cresciuto solo con la propria musica
Legende: Da duo, trio a quintetto: il gruppo del Canton Ticino non è cresciuto solo con la propria musica SRF / Marika Brusorio

La musica ha fatto incontrare i tre musicisti di professione, l’informatico e la visagista. Sono un gruppo impegnato. Un tempo a Lugano, seduti intorno a un tavolo in cucina, hanno trovato al primo tentativo il proprio sound e la propria estetica, sui quali continuano a sperimentare. Fabio Besomi: «Ci capiamo a occhi chiusi. Sappiamo chi fa cosa senza dover parlare tra di noi».